· 

Chef Rangoni : la storia di un imprenditore che sognava di diventare chef.

Chef Rangoni: la storia di un imprenditore che sognava di diventare chef.

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Chef Rangoni Spartaco
Chef Rangoni Spartaco

Francesco Simbari, questo è il vero nome di Chef Rangoni Spartaco, nasce nel 1965 in Calabria. Il primo tiro mancino la vita glielo gioca a poco più di un anno , quando  suo padre muore a causa di una grave malattia. 

La madre è giovanissima , 19 anni appena, ed ha già due bambini, Francesco, appunto,  e la sorella di soli tre anni.

Posso solo immaginare quante difficoltà incontrasse all'epoca  una donna  vedova , senza aiuti e con due figli piccoli. 

Qualche anno dopo, fortunamente la madre sposa un altro uomo . Papà Salvatore lo ha cresciuto ed amato incondizionatamente , senza mai fargli percepire alcuna differenza tra lui ed i fratelli nati successivamente, e di questo se ne trova testimonianza nell'affetto con cui Francesco lo ricorda.

Cresce in una famiglia numerosa e ,dopo il militare, lascia definitivamente la Calabria per iniziare a costruire il suo futuro.

famiglia
1991 Francesco e la madre

Inizia a lavorare in una nota catena di supermercati, ma dopo qualche anno in lui aumenta il desiderio di costruire un azienda sua. Apre la  prima impresa di pulizie e successivamente una catena di lavanderie che ricopre l'intero triangolo industriale. Il successo è sulla cresta dell'onda , diventa un giovane imprenditore  affermato.

Eppure con il passare degli anni in lui si riaccende una vecchia passione, forse mai sopita , la cucina. Così, dopo ore di giri in macchina per dirigere le sue attività, chiede ad un suo amico e proprietario di un ristorante in Piemonte, di insegnargli qualche trucco. 

Li capisce che, probabilmente , il suo non è solo un hobby ma qualcosa di più. 

Inizia a sperimentare , a creare, a fare un corso di cucina , forse memore della sua prima vera invenzione fatta da ragazzo , la frittata con le mele! Si avete capito bene ! Lui sotiene che fosse buonissima!

Chef Rangoni
Chef Rangoni

Complice alcune vicissitudini della vita e la forte voglia di cambiare , Francesco si trasferisce in Svizzere e li inzia a fare lo Chef. In questo momento sorrido perchè per se usa spesso un espressione , infatti  guai a chiamarlo chef, perchè lui è "un lavapiatti prestato ai fornelli". 

Niente di più assurdo dato che  il suo talento è palese e, ovunque lavori , riscuote un enorme successo. I suoi piatti  sono delle vere e proprie esperienze sensoriali. E' riuscito a fondere nella sua cucina innovazione, sperimentazione e tradizione. 

La sua elasticità , lo porta a saper incastrare la cucina italiana con quella dei paesi in cui lavora ma senza che questa fusione venga percepita come una forzatura perchè ha un enorme rispetto per la nostra cucina.

La cosa che mi piace di più di questo Chef è il riguardo che ha per la materia prima,  in ogni suo piatto si trova equilibrio di profumi e di sapori con un gioco di consistenze che stimola il palato. 

Per certi versi la sua filosofia culinaria mi ricorda quella del grande Antonino Cannavacciuolo. Ho sempre ritenuto che per cucinare nella cucina degli altri, in paesi con un background gastronomico opposto a quello italiano, per non dire assente, ci voglia una forte spinta ed una grande passione e queste caratteristiche di certo a lui non mancano.

chef
chef Rangoni

La scelta oculata degli alimenti, la cura prestata ai particolari, il non lasciare nulla all'improvvisazione, sono i primi tre ingredienti che si sentono nei suoi piatti, insieme all'amore che ci mette,  elemento tutt'altro che scontato. 

Ciò che ho osservato in lui, durante un soggiorno in Svizzera, è la propensione a fotografare i piatti vuoti. Allora non avevo compreso il significato, cosi me lo spiegò " l'importante non sono i piatti pieni che mandi ma quelli vuoti che tornano indietro"!

Poi ho capito quanta gratificazione possa esserci dietro un cliente che apprezza ciò che fai, e la dimostrazione più eloquente sono i piatti vuoti.

Sicuramente fare lo chef non è il mestiere più facile del mondo perchè significa consacrare la propria vita alla cucina, ma di una cosa sono certa: finchè ci sarà gente come Chef Rangoni a portare in giro per il mondo la cucina italiana, allora possiamo essere certi che il nostro patrimonio enogastronomico non sarà usurpato ingiustamente. 

A lui va un in bocca al lupo speciale da parte di noi di All Food Passion , per la sua nuova avventura in Germania! Speriamo di poter ospitare qualche sua ricetta sul nostro sito.

chef Rangoni
chef Rangoni

L'alta cucina non è una cosa per i pavidi: bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l'impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero: chiunque può cucinare, ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi.

(Ratatouille)

Alcune delle creazioni di Chef Rangoni

Tutte le foto contenute in questo articolo sono di proprietà di Francesco Simbari

Articolo a cura di Anastasia Barone