Pizza in teglia Romana

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Ricetta di Daniele Donofrio (lapizzadiroma)

pizza in teglia

Ricetta pizza in teglia Romana

Dosi per 2 panetti da 550gr cad.

Impasto a Mano.

Tempo totale 24ore

Livello difficoltà: Facile/Medio

 

 

600gr di farina

3gr lievito di birra fresco

450gr Acqua 

15gr Sale

18gr olio e.v.o.

 

Procedimento

 

Sciogli il lievito in un po' di acqua tolta da quella pesata

E inseriscili in una ciotola con dentro tutta la farina.

 

Inizia a mescolare con un leccapentole o tarocco, ma puoi usare anche una forchetta o un cucchiaio, parti dal bordo della ciotola e porta gli ingredienti verso l’interno, in moto circolatorio.

Esegui i movimenti in maniera lenta così che la farina abbia il tempo di assorbire l'acqua.

Continua ad aggiungere acqua ogni qual volta viene assorbita dalla farina, l’acqua va aggiunta poca per volta.

Insieme all’ultimo goccino di acqua rimasto da inserire andiamo ad aggiungere anche il sale all’impasto continuando a mescolare in senso circolare portando l’impasto dal bordo della ciotola verso l’interno.

A questo punto, quando avremmo incorporato anche il sale all’impasto ci fermiamo per 10 minuti coprendo la ciotola con della pellicola o con un tappo ermetico, questo lasso di tempo servirà all’impasto per iniziare a formare maglia gluitinica e a sciogliere eventuali grumi formati.

Passati 10 minuti versiamo un po’ di olio all’impasto e continuiamo a mescolare sempre con il leccapentole o tarocco, a questo punto usare la forchetta o il cucchiaio sarà diventato  estremamente difficile, proseguiamo fino a incorporare tutto l’olio dopo di che andremo a coprire di nuovo l’impasto per 40 minuti questa volta. Passati 40 minuti andremo a fare dei giri di pieghe ogni 20 minuti per altre due volte ricordandoci di coprire sempre la ciotola con della pellicola o un tappo ermetico tra un giro di pieghe e l’altro.

 

Al termine del terzo giro di pieghe mettiamo l'impasto in un contenitore ermetico con le pareti spennellate di olio e mettiamo un segno sul contenitore all’altezza di dove arriva l’impasto. Quando l’impasto avrà iniziato a lievitare e avrà superato il segno lo andremo a riporre in frigorifero a 4 gradi fino al giorno successivo.

 

Il giorno seguente, circa 3 ore prima della cottura, tireremo fuori l’impasto dal frigo e dopo 30 minuti in cui lo avremmo lasciato acclimatare proseguiremo con la divisione in panetti da 550grammi ciascuno, formeremo i panetti richiudendoli ognuno su se stesso e li lasceremo sul piano di lavoro coperti da pellicola fino al raddoppio.

Il tutto lo svolgeremo sul piano di lavoro spolverato di farina.

 

Preriscaldare il forno al massimo della temperatura per 30 minuti in selezione statico

Usare una teglia antiaderente in modo da non dover ungerla con dell’olio, ma in caso di assenza, spennellare lievemente tutta la superficie della teglia con dell’olio.

 

Spolverare il piano di lavoro con abbondante farina e rovesciarci sopra un panetto ormai raddoppiato, spoleverare altra farina sopra il panetto e stenderlo partendo prima sui lati e poi al centro utilizzando solamente i polpastrelli. 

 

Trasferirlo in teglia, previa leggera sgrullata per togliere la farina di stesura in eccesso, 

farcire a piacimento ed infornare a contatto con la base del forno per i primi 10/15 minuti

dopo di che spostarlo nella parte medio alta del forno per i restanti 5/10 minuti di cottura.

 

Ps. la cottura è molto personale e si relaziona molto al vostro tipo di forno quindi adottate il metodo con la consapevolezza che i tempi possono variare da forno a forno.

 

Ps2.: La mozzarella va sempre inserita quasi al termine della cottura previa scolatura o strizzatura se si utilizza fior di latte.

 

Buona Pizza

 

Daniele D’Onofrio

 

#lapizzadiroma

 

 

 

pizza in teglia